Carpi 3000 sceglie Shoulder Pacemaker™ e Showmotion™: il primo starter KIT in Italia, per una riabilitazione all'avanguardia.

Carpi 3000 sceglie Shoulder Pacemaker™ e Showmotion: il primo starter KIT in Italia, per una riabilitazione all’avanguardia.

Carpi 3000, poliambulatorio specialistico di riferimento per la città di Carpi, ha deciso di ampliare i  propri servizi scegliendo la tecnologia di Shoulder Pacemaker™ e Showmotion™ di NCS Company.

Carpi 3000: il poliambulatorio specialistico di riferimento per la città di Carpi

Carpi 3000 è un poliambulatorio specialistico, punto di riferimento in città, che si rivolge a pazienti con disturbi di tipo ortopedico, neurologico, degenerativo e traumatico.

A Carpi 3000 ogni paziente è seguito da medici specializzati e da fisioterapisti qualificati per garantire la migliore cura e attenzione: dall’identificazione di una diagnosi, al recupero attraverso programmi clinici e riabilitativi specifici e con strumenti all’avanguardia.

La tecnologia di Showmotion™ e Shoulder Pacemaker™ per il benessere della spalla

Showmotion™ e Shoulder Pacemaker™ sono due dispositivi medici di NCS che, abbinando uno strumento di motion capture ad un dispositivo che introduce un nuovo concetto di stimolazione  guidata dal movimento, contribuiscono al ripristino della corretta funzionalità di spalla.

“Con Showmotion non solo abbiamo la possibilità di formulare diagnosi più accurate, ma soprattutto di monitorare il percorso del paziente in modo analitico, passo dopo passo.
Shoulder Pacemaker
™ per noi è una vera innovazione nel panorama della riabilitazione di spalla, non poteva non essere presente in un centro come il nostro” afferma Tiziana Ghelfi, titolare del centro.

 

 

 

 

Il primo starter kit in Italia

Carpi 3000 è il primo centro in Italia che ha scelto di avvalersi della formula Starter Kit
“Avere a disposizione uno starter kit di questo tipo significa poter garantire al paziente le cure migliori, direttamente presso il centro, ma anche a casa grazie ai dispositivi specificatamente customizzati ad uso domestico, sempre supervisionati dal fisioterapista.” continua sempre Tiziana Ghelfi.

Lo starter kit comprende:

  • 1 Showmotion™ Total Body con 12 sensori inerziali
  • 2 KIT SHOULDER PACEMAKER™ WIRELESS APP
  • 10 KIT SHOULDER PACEMAKER™ WIRELESS APP HOME

Lo starter kit rappresenta quindi un bundle completo per coloro che decidono di inserire la tecnologia di #SM e #SPM all’interno del proprio centro, offrendo al paziente un percorso completo che supporta la diagnosi, valuta e monitora gli avanzamenti e permette la continuità di riabilitazione anche a casa.

Per informazioni in merito alla configurazione dello STARTER KIT vi invitiamo a contattare il product specialist di riferimento, Matteo Barbolini.

Contatti

Matteo Barbolini
Product Specialist
+39 3457183686

productspecialist1@ncs-company.com



Showmotion™ & Shoulder Pacemaker™ nel primo progetto di screening muscoloscheletrico in Italia

Showmotion™ & Shoulder Pacemaker™ protagonisti nel primo progetto di screening muscolo-scheletrico in Italia.

Si è tenuta qualche giorno fa a Peccioli (PI) l’assemblea pubblica di presentazione del progetto “Peccioli over 50 in salute”: il primo progetto di screening in Italia per patologie muscoloscheletriche rivolto a tutti i cittadini over 50.

Il progetto Peccioli over 50 in salute

Il progetto, presentato dal Dr. Michele Novi (Dirigente medico della struttura organizzativa complessa di ortopedica protesica dell’ospedale di S. Pietro Igneo di Fucecchio), allievo del Prof. Michele Lisanti e del Prof. Giuseppe Porcellini,  lo vedrà impegnato, insieme alla sua squadra, in un progetto di prevenzione finalizzato all’inclusività e intensità di cure anche verso i soggetti più fragili.

Un intervento molto importante perché ogni anno il numero di persone interessate da patologie muscolo-scheletriche legate alle articolazioni di spalla – ginocchio ed anca è in aumento, considerando inoltre che la pandemia ha evidenziato ulteriormente i limiti e le difficoltà del sistema tradizionale di riabilitazione a causa delle limitate possibilità di movimento e per i provider a causa delle nuove regole imposte dall’emergenza sanitaria.

Showmotion™ & Shoulder Pacemaker™ a servizio della prevenzione

Showmotion™ & Shoulder Pacemaker™ si inseriscono in questo progetto in maniera circolare attraverso le 3 fasi di: prevenzione, riabilitazione, monitoraggio.
L’assemblea pubblica è stata l’occasione per NCS di illustrare le principali funzionalità e caratteristiche dei dispositivi che saranno utilizzati in questo ambizioso progetto.

Showmotion

Nella fase di screen sarà quindi utilizzato Showmotion come strumento di supporto alla diagnosi, utile per acquisire i dati cinematici.

Sowmotion™ è uno strumento innovativo che permette di eseguire un’analisi completa del movimento ottenendo contemporaneamente dati sull’attivazione muscolare.

Attraverso l’utilizzo di una piattaforma inerziale e di protocolli validati per gli arti superiori e inferiori, Showmotion™ permette di misurare, registrare, segmentare, confrontare, visualizzare i movimenti e fornire una rappresentazione visiva delle variabili coinvolte, portando alla luce eventuali disfunzionalità grazie ad un’analisi real-time del movimento.

>>> Per maggiorni informazioni sulla tecnologia fai clic QUI

Shoulder Pacemaker

Altro protagonista del progetto di screening “Peccioli in Salute” è Shoulder Pacemaker™

Shoulder Pacemaker™ è un sistema che grazie al sensore cinematico presente al suo interno, riconosce il movimento e attiva l’elettrostimolazione solo quando necessario. È concepito per pazienti affetti da uno squilibrio nel reclutamento muscolare ed è dotato di una piattaforma che consente ai pazienti di interagire dinamicamente con il dispositivo durante la riabilitazione attiva.

>>> Per maggiori informazioni sulla tecnologia fai clic QUI

Un progetto pilota per il rinnovo della telemedicina in Italia

Il progetto Peccioli over 50 in “salute” si traduce nel tentativo di instaurare un sistema di trattamento virtuoso che permette di avvicinare i providers ai pazienti, monitorare l’intero processo fino al risultato finale e certificare l’esito ultimo.

Un progetto pilota che pone le basi per innovare il recente campo della telemedicina e divenire un unicum in Italia, in cui la popolazione eterogenea di un paese intero può accedere a tecnologie oggi ad appannaggio solo di sportivi professionisti o grandi centri universitari con finalità di studio.

È un onore per NCS vedere come, le tecnologie innovative di Shoulder Pacemaker™ e Showmotion™, possano contribuire in modo reale al miglioramento della salute dei pazienti, e della popolazione

Contatti

Matteo Barbolini
Product Specialist
+39 3457183686

productspecialist1@ncs-company.com



NCS America, Inc. riceve l’autorizzazione FDA per il lancio USA di Shoulder Pacemaker™

NCS America, Inc. riceve l’autorizzazione FDA per il lancio USA di Shoulder Pacemaker™

NCS America, Inc., leader nello sviluppo di tecnologie e dispositivi medicali per la diagnostica, il trattamento, e la prevenzione di lesioni muscoloscheletriche, annuncia l’espansione della sua offerta sul mercato USA grazie all’autorizzazione FDA per l’innovativo Shoulder Pacemaker™ e la sua tecnologia brevettata “MAS”, Motion Activated Stimulation.

 

 

Shoulder Pacemaker Device


Che cos’è Shoulder Pacemaker™ ?

Shoulder Pacemaker™ è un dispositivo di stimolazione NMES (Stimolazione Elettrica Neuro Muscolare) progettato per la rieducazione muscolare, il mantenimento o l’aumento del range di movimento, la prevenzione o il ritardo dell’atrofia da disuso della muscolatura della spalla.

Matteo Mantovani Technical Director – CEO, NCS Lab


“La stimolazione attivata dal movimento sta portando i dispositivi NMES a un nuovo livello
” afferma Matteo Mantovani, CEO Technical Director – CEO di NCS.

Questo prodotto è in grado di stimolare con precisione e accuratezza per contribuire a rieducare l’attività muscolare della spalla nel trattamento riabilitativo di pazienti che soffrono di alterazioni nell’attivazione muscolare.
In aggiunta a questo, la possibilità di monitorare il paziente da remoto, controllando l’evoluzione e l’andamento della terapia, rappresentano un vantaggio significativo, sia per il medico che per l’utente stesso.”

 

John Winslow CEO – NCS America, Inc.

John Winslow, CEO di NCS America:
“Siamo lieti che Shoulder Pacemaker™ abbia ricevuto l’autorizzazione FDA, che rappresenta per noi un emozionante ampliamento del portfolio di prodotti NCS sul mercato statunitense
.”

L’esperienza in Europa ha dimostrato che l’interesse del mercato in un tipo di stimolazione “MAS”, attivata dal movimento va ben oltre ogni aspettativa iniziale.
Siamo quindi felici che il nostro dispositivo sia da oggi disponibile negli Stati Uniti per gli operatori sanitari i cui pazienti beneficeranno di questa tecnologia”.


NCS America, Inc.

NCS America, Inc fa parte del gruppo di NCS Company, azienda italiana leader nello sviluppo di nuove tecnologie dispositivi medici per il mondo della sanità, della medicina e medicina sportiva principalmente per il mondo dell’ortopedia con focus allo sviluppo di tecniche in campo artroscopico, protesico e traumatologico e riabilitativo.

Grazie alla profonda esperienza e conoscenza della biomeccanica della spalla, progettiamo, produciamo e commercializziamo tecnologie innovative per assistere gli operatori sanitari nella diagnosi, trattamento e prevenzione delle lesioni ortopediche.
Con sede operativa a Carpi (Italia), e negli Stati Uniti a Denver (Colorado), i prodotti NCS sono presenti in oltre 20 paesi.

Scarica il comunicato stampa (PDF)

NCS AMERICA INC – Contact References
3500 South Dupont
Highway Dover DE 19901(Kent)
info@ncs-company.com

John Winslow
CEO – NCS America, Inc.
j.winslow@ncs-company.com
970-980-1110

Craig Kramer
VP of Business Development – NCS America, Inc.
c.kramer@ncs-company.com
317-441-4289



Rotator Cuff - Cuffia dei rotatori

Perchè l'artroscopia transossea è considerata il "gold standard" nella riparazione della cuffia dei rotatori?

Perchè l’artroscopia transossea è considerata il “gold standard” nella riparazione della cuffia dei rotatori ?

L'artroscopia transossea è genericamente riconosciuto come il gold standard per la riparazione chirurgica della cuffia dei rotatori.

Possiamo elencare qui le principali motivazioni:

  • Ampiamente riconosciuto dalla comunica scientifica
  • Numerose pubblicazioni a sostegno
  • No hardware nel foot-print
  • Possibilità di decorticare
  • Maggiore superfice di contatto tendine – osso
  • Uniforme distribuzione della forza – no picchi di carico
  •  Riparazione biologicamente migliore

Artroscopia Transossea: vantaggi

Quali sono i vantaggi per il paziente? E per il medico?

Grazie all’approccio transosseo, si ha la possibilità di gestire qualunque tipo di lesione della cuffia dei rotatori.
Unito ad un protocollo corretto di riabilitazione, i pazienti hanno un recupero funzionale più rapido e la fase riabilitativa presenta meno dolore rispetto ad altre procedure comparabili.

Dall’altro lato, per il medico la riparazione transossea significa:
• Riparazione biologicamente migliore
• Gestione ottimale di casi di revisione, cisti e osso osteoporotico (con augmentation)
• Cost-effective

Artroscopia Transossea: criticità

Ma quali sono i principali errori e le principali criticità che si possono incontrare?
Come per altre tecniche, anche nel transosseo si possono incontrare criticità o passaggi che richiedono una learning curve maggiore.

Abbiamo identificato le seguenti:
• Come caricare le suture in un Tunnel transosseo
• Come effettuare tunnel multipli
• Tunnel convergenti, come fare?
• Come accedere alla parte laterale della grande tuberosità: quali le difficoltà quando si va distali, e può il nervo ascellare essere un problema?
• Fare il nodo in una tecnica transossea è equivalente all’approccio con le ancore?
• Quali sono le insidie con le ossa osteoporotiche? Esiste un modo per superare il problema?
• Augmentation, come rimedio allo sfilamento delle suture?
• Identificazione dei portali

Webinar: "Transosseous opportunity, a practical overview"

Insieme al Prof. Alessandro Castagna, il Dott. Pol Hujisman e il Dott Claudio Chillemi parleremo di chirurgia transossea nella cuffia dei rotatori il prossimo 28 Aprile alle ore 19.00

Partendo dalla loro esperienza faremo una panoramica completa sulle differenti procedure transossee con l’obiettivo di spiegare le differenti tecniche e i relativi vantaggi confrontandoci con i professionisti del settore.

L’appuntamento sarà l’occasione per dare un’idea chiara ed esaustiva sulle reali possibilità e i vantaggi che questo approccio può portare, sia dal lato medico, che dal lato paziente.

Insieme ai professionisti, i protagonisti saranno Taylor Stitcher, GT-Tunneler e Dexter Training Model: i dispositivi chirurgici di NCS interamente dedicati al transosseo.

Free webinar “Transosseous opportunity, a practical overview"
April 28 2021 | 7.00 -7.45 pm CET / 1.00– 1.45 pm EST
Registrati ora: https://ncs-company.com/en/

  • 19.00 Istitutional Welcome + Introduction (Ing. M. Mantovani)
  • 19.05 Re-live Taylor Stitcher (Prof. A .Castagna)
  • 19.10 Re-live GT-Tunneler (Dr. P. Huysmans)
  • 19.15 Re-live augmentation (Dr. C. Chillemi)
  • 19.20 Transosseous, the derby: how do I select my technique (A.Castagna vs P. Huysmans, moderator: Dr. C. Chillemi)
  • 19.40 Common mistakes in Transosseous on Dexter model
  • 19.50 Q&A

 

 


Transosseous Academy 2019

NCS supporta la Transosseous Academy

Anche quest’anno NCS ha supportato l’edizione annuale della Transosseous Academy, l’associazione il cui scopo è promuovere e condividere la conoscenza scientifica sulla tecnica chirurgica transossea.

Una faculty di prestigio ha animato la giornata con temi nuovi e interessanti, illustrando anche gli ultimi trend e novità nel settore.

Lo scambio reciproco di informazioni e competenze e la connessione tra ingegneria e medicina è il mix che trova nella Transosseous Academy il suo ambiente naturale, il plus che contraddistingue l’associazione, permettendo di valutare tutti gli aspetti della tecnica transossea sotto diversi punti di vista.

Il terzo meeting annuale è stato aperto dal Prof. A. Castagna e dal Dott. C. Chillemi che hanno presentato il programma scientifico dell’associazione e dato il benvenuto a tutti i partecipanti.
I primi argomenti di dibattito hanno riguardato la biologia del processo di guarigione, passando poi alla biomeccanica con focus particolare tra il link tra gli aspetti di meccanica della fissazione e biologia.

Di particolare interesse è stato il contributo del Dottor Osimani, che attraverso l’imaging ha studiato il processo di guarigione dell’interfaccia del tendine all’osso e comparato i risultati ottenuti con le informazioni raccolte nel tempo nelle riparazioni con ancore.

Prima della lectio magistralis sulla panoramica storica dell’RCR, una sessione dedicata alle ancore, e una mini-battle hanno animato la discussione (i dottori Porcellini, Paladini, Inglese e Capasso sono stati i protagonisti).

La sessione pomeridiana ha preso il via con lo speech del Dr. Kany che ha illustrato la sua la sua tecnica originale e ripercorso la sua esperienza mostrando re-live di diversi interventi.
Un interessante approccio innovativo è stato presentato dal Dr Pellegrini.

Il ruolo dell’analisi cinematica come metodo per misurare l’outcome clinico è stato riportato dall’ Ing. M. Mantovani e dal Dottor B. Sanders i quali hanno evidenziato come questa tecnologia possa cambiare il modo in cui vengono prese le decisioni cliniche supportando con i dati oggettivi e non solo con l’ esperienza “soggettiva”

Il dottor F. Plachel ha presentato l’unico studio sul follow-up a lungo termine in ambito transosseo, evidenziando come anche in un intervallo di 12-18 anni il buon esito clinico continui a persistere: il metodo transosseo si dimostra quindi, sicuro ed efficace.

Infine, l’ultima parte della giornata è stata dedicata alle esperienze in Francia, Italia, Olanda, Olanda, Stati Uniti e America Latina (rispettivamente con i dottori Kany, Chillemi, Huijmans, Sanders e Capasso).

Questa terza edizione della Transosseous Academy è stata quindi un grande momento di scambio e conidivisione, che ha visto la faculty animare la discussione con il pubblico particolarmente attivo con partecipanti provenienti dal Brasile, dal Perù, dalla Svizzera e da molti altri paesi.

Il Centro Congressi dell’Humanitas Research Hospital è stato ancora una volta il luogo ideale per ospitare questo incontro annuale.
Ringraziamo Milano per l’Hospitalità e ci rimettiamo al lavoro per una Transosseous Academy 2020 ancora più ricca e innovativa.

Restate sintonizzati e, soprattutto, unitevi alla Transosseous Academy!

Transosseous Academy

www.transosseous.org

La Mistica di NCS Ristorazione: una nuova avventura!

Ha inaugurato lo scorso 28 Marzo, in una veste tutta rinnovata La Mistica di NCS Ristorazione.

NCS Company si è lanciata in un nuova avventura: questa volta l'estro, il design e l'innovazione che contraddistinguono il nostro nome, si ritroveranno anche nei piatti del ristorante "La Mistica".

Nel pieno centro della nostra Carpi, a ridosso del Duomo e della bellissima piazza Martiri, La Mistica vuole essere un punto di riferimento culinario per tutti coloro che vivono la nostra città.
Piatti innovativi, materie prime ricercate e di qualità e cantine di eccellenza accompagneranno i vostri pranzi o le vostre cene, ora in un ambiente totalmente rinnovato.

Una grande festa per augurarci un buon inizio e per brindare insieme ad amici...vecchi e nuovi!

La Mistica vi aspetta in:
Via Cesare Battisti 14/16
41012 - Carpi

per prenotazioni:
mob: 3428072998
mail: lamistica@ncs-company.com
==================================================================================================================================

Segui il gusto de La Mistica su:

INSTAGRAM: lamisticamordicibo
FACEBOOK: lamisticacarpi

 


SMILE

NCS | Medical Devices porta il transosseous a SMILE 2019

Vi aspettiamo da domani a domenica a SMILE – Shoulder Milan International Live Experience presso l’Humanitas Congress Center.
Domani, 28 febbraio, grazie al Professor Alessandro Castagna, sarà possibile assistere ad una Live Surgery con l’utilizzo del nostro sistema Taylor Stitcher per la riparazione della cuffia dei rotatori

  • Il nostro staff vi aspetterà presso lo stand numero 12 per replicare con il simulatore di Spalla Dexter l’intervento RCR visto in live!
  • LIVE SURGERY:
    Live Surgery 3, ROOM E, h. 9.00
    Revision Rotator Cuff Repair with Transosseous

Il programma completo di SMILE 2019 è consultabile QUI.
VI ASPETTIAMO!

 

 


NCS vi presenta DOSE: il prototipo di hypercar nato dalla community del designer Fabio Ferrante

DOSE, acronimo di Design Open Source Experiment, è una community di scouting online per i designer volenterosi di cimentarsi in progetti di gruppo che porteranno a collaborazioni con grandi marchi.
Il fondatore, Fabio Ferrante ha commissionato a NCS il prototipo di DOSE Elytron, il progetto di hypercar nato dalla community.

Chi è Fabio Ferrante?

Fabio Ferrante è un designer italiano formatosi a Torino dove ha iniziato a lavorare come Product Designer nel 2003.

Dopo una serie di collaborazioni importanti con marchi prestigiosi come FCA, Alfa Romeo e Volkswagen, nel 2010 diventa Chief Designer di Puritalia Automobili, un’azienda che produce macchine sportive in edizione limitata.

Nel 2013 Ferrante si trasferisce a New York, dove lavora tuttora con numerosi clienti per svariati progetti di Product Design.
Vincitore di 5 International Design Awards, Ferrante nel 2017 avvia il progetto DOSE.

 

 

 

Cos’è DOSE?

DOSE - Design Open Source Experiment, è una community online nella quale i membri hanno la possibilità di formare dei veri e propri team di design virtuali e creare progetti di car design dai primi schizzi fino alla realizzazione di veri prototipi. DOSE offre ai membri della community l’opportunità di ampliare il proprio portfolio collaborando e condividendo idee e progetti che portano alla realizzazione di un vero e proprio prototipo finale.

Ferrante lancia alla community un progetto di car design con le relative linee guida e tutti i membri sono invitati a partecipare a far parte del selected team.
In ciascun settore creativo viene indetto un contest per selezionare l’idea vincente: l’ultima parola è quella di Fabio Ferrante che, una volta selezionate le idee vincitrici, crea il selected team e lo supervisiona durante tutto il processo di creazione.

DOSE Elytron

DOSE Elytron è il progetto nato dalla community e realizzato grazie alla collaborazione tra Ferrante e NCS.
DOSE Elytron è una hypercar elettrica ispirata a grandi concept cars come la Pininfarina Modulo, la Cadillac Cyclone o la Norman Timbs Special.

NCS e DOSE

La collaborazione con NCS nasce dalla conoscenza di Fabio Ferrante e Marcello Fantuzzi, Technical Director & President di NCS | Newcast.
Agli inizi di ottobre 2018 Ferrante commissiona a NCS il prototipo della Elytron e il team Proto & Style riceve le prime matematiche in dimensioni reali (5 metri di lunghezza), le quali vengono utilizzate per scomporre e ricostruire il progetto in scala 1:5.
Un mese dopo i primi particolari sono già pronti, il team tiene aggiornato Ferrante con report fotografici fase dopo fase e lui, entusiasta dei risultati, pubblica i progressi sui suoi social così da condividerli con la sua community.

Realizzazione

La realizzazione del progetto è portata avanti dal team di NCS con la massima attenzione ai dettagli per valorizzare ogni singolo particolare di DOSE Elytron.

I componenti sono realizzati in sinterizzato plastico (SLS PA12), l’estrattore posteriore è in carbonio così come lo splitter anteriore, i fari sono in watershed, un materiale trasparente molto simile al reale e infine i cerchi sono realizzati in alluminio.

La ruota è un pezzo del prototipo particolarmente interessante: è scomposta dal corpo e tenuta assemblata da un dadino al centro, il team proto & style ha ideato un una chiave per montare e smontare la ruota.
Assemblati tutti i pezzi il team è passato alle fasi di verniciatura e montaggio degli interni e il 21 Dicembre 2018 il progetto è stato concluso e il modellino è stato esposto.

La DOSE Elytron ha riscosso un enorme successo sui social e la soddisfazione di Ferrante è il più grande risultato, NCS è orgogliosa di aver seguito dall’inizio alla fine la nascita di questo capolavoro.


DOSE ----- https://www.fferrante.com/dose/
INSTAGRAM DOSE ----- https://www.instagram.com/dose_community/
INSTAGRAM FABIO FERRANTE ----- https://www.instagram.com/fabio_ferrante/
INSTAGRAM TEAM NCS OFFICIAL ----- https://www.instagram.com/team_ncs_official/?hl=it


 


NCS supporta il team STRETTO IN CARENA dell’Università di Messina al Motostudent 2020

Dopo la collaborazione che ha portato SCIGHERA, la moto progettata dal Polimi Motorcycle Factory, a vincere il campionato MOTOSTUDENT, NCS | Newcast Services è pronta a collaborare con un nuovo team: i ragazzi di STRETTO IN CARENA dell’Università di Messina che parteciperà alla competizione nella categoria Petrol con un motore a benzina.

Gli studenti debutteranno nella VI edizione della competizione internazionale di MOTOSTUDENT nel 2020.
MOTOSTUDENT è una quattro giorni che chiama ad Aragòn, Spagna, i ragazzi delle università di tutto il mondo per un vero e proprio campionato nel quale hanno la possibilità di dimostrare le loro competenze partendo dalla progettazione fino alla realizzazione di un prototipo.

Marcello Fantuzzi, Technical Director & President di NCS ha incontrato alla Feltrinelli di Messina i ragazzi del team e ha ufficializzato la collaborazione nel corso della serata:

“Io credo di avere la struttura che vi porterà ad Aragón. Sono qua per investire sul vostro futuro, perché proprio il vostro futuro sarà il mio guadagno e solo se crederete veramente in ciò che fate sarà così”.

L’impegno da parte di NCS è quello di aiutare i ragazzi nel corso della progettazione e di fornirgli i materiali e i mezzi di produzione a loro necessari.
Nel corso della serata Fantuzzi ha incoraggiato e fornito particolari consigli agli studenti:

“La sfida consiste nel sacrificarsi e lottare per il raggiungimento di un obiettivo. Siete un ottimo team di progettazione, ma la moto è una sola e deve essere la migliore.”

e ancora

“Non avete i requisiti per andare ad Aragón, ma avete accettato la sfida. Questo ho visto in voi. E non è poco. Non andremo lì per vincere, andremo lì a partecipare e vincere per noi stessi.”

 


NCS è pronta a collaborare e a dar forma alle idee di STRETTO IN CARENA, un team di 70 ragazzi alle prime armi ma con tanta voglia di mettersi in gioco e di misurarsi con le più grandi.


Motostudent  >>> http://www.motostudent.com/
Stretto In Carena >>>  https://strettoincarena.it/


NCS Lab sfida i ghiacci e il vento dell’Alaska

Alaska 2019 Ski Walking Winter Expedition è la prossima spedizione  del progetto Alaska Adventures che attraverserà il Canada e l’Alaska durante il temibile inverno polare, ripercorrendo le vie della corsa all’oro del Klondike, per un tratto sugli sci con slitta al traino sulla neve e per un altro tratto  a piedi con la slitta al traino su ruote.

Perché la slitta?

La scelta della slitta da trainare è motivata, oltre che dalla validità tecnica per il trasporto dei materiali e viveri, anche per emulare i mezzi a disposizione dei pionieri di fine Ottocento e la traversata in solitaria del 1997.

NCS  è sponsor della spedizione in qualità di fornitore dello scafo delle slitte laminato in carbonio progettato dagli studenti del  “Dipartimento di Ingegneria Industriale e dei Materiali” dell’Università degli Studi di Trento.

Domani, 6 dicembre 2018  Marcello Fantuzzi  - Technical Director & President e Andrea Vecchi - Laboratory Manager, prenderanno parte alla  presentazione ufficiale del progetto:

 

Saranno percorsi circa 1300km in 50 giorni sfidando il freddo, il ghiaccio sottile, le escursioni termiche e....gli orsi grizzly!

Qui i dettagli della spedizione:
https://alaskaadventures.it/spedizioni/alaska-2019-ski-walking-winter-expedition/

 

Un sincero in bocca al lupo a Maurizo Belli, Fulvio Giovannini da tutto il TeamNCS!